Sofia Rocchetti

Artista contemporanea

Sofia Rocchetti ha dato vita a un suo personale linguaggio comunicativo, unico e riconoscibile. L'artista affida alla malleabilità e al trasformismo della carta, ai pigmenti puri e ai tessuti lavorati con la tecnica del ricamo, il compito di narrare la sua personale ricerca su ciò che ciascuno è ma che preferirebbe non mostrare.

L'indagine sull'aggressività e sulle sue molteplici forme e colori si snoda lungo tutto il suo percorso artistico: dalle opere pittoriche realizzate con pigmenti puri su carta incollati su pannello tamburato, passando per i ritratti realizzati con la tecnica del ricamo fino ad arrivare alle sculture da indossare in papier mâché.

Parte integrante della sua tecnica e del suo messaggio, è l'approccio tattile alla materia: il pigmento puro è steso su carta direttamente con le mani, così come il ricamo e la scultura sono lavori manuali. Non solo questa scelta rappresenta il richiamo di una ricerca ancestrale e intima, elemento che genera un calore endemico al primo sguardo, ma determina uno degli elementi caratterizzanti l'intero percorso comunicativo ed espressivo di Sofia Rocchetti: il segno. Che sia irrequieto o composto, dritto o curvo, netto o delicato, e quale che sia la tecnica di volta in volta chiamata a manifestare la ricerca dell'artista, il segno s'imprime sulla forma creando tridimensionalità e plastica concretezza ai soggetti protagonisti di uno spazio che va oltre la tela.

Ed è sempre grazie al segno che la luce si libera direttamente dall'opera: viene sì afferrata dai colori e dalle forme delle sue opere, costituite da organismi metallici, geometrici e macroscopicamente antropomorfi laddove non si tratti di veri e propri ritratti, ma allo stesso tempo è proprio da dietro la superficie che si irradia una luminosità individuale, propria, che gioca con la tridimensionalità.

Le opere di Sofia Rocchetti, in questo modo, costruiscono le tracce di un sentire comune, molto spesso rinnegato, nascosto, o estremizzato. L'artista dapprima decompone le forme, nell'opera in sé e poi nella modalità di presentazione: in questo modo, all'occhio dell'osservatore, il singolo frammento o il singolo dipinto, godono di una forte e ben riconoscibile personalità individuale; ma è grazie alla componibilità delle opere, mutevole e mai vincolante, che il racconto dell'artista si arricchisce di sfumature, colori, luci e ombre sempre nuove.

Nonostante l'asperità delle forme, spesso simili ad aculei, creature dotate di corazze o fenditure, il messaggio è ironico: i titoli delle opere o gli slogan dei ritratti si fanno ambasciatori di un messaggio mai drammatico né irrimediabile. Semplicemente orientano lo sguardo oltre la severità delle forme, formando nell'osservatore la propria libera interpretazione su quel sentire che è semplicemente reale, tangibile seppur ben nascosto.

Nascondi Biografia
Creazione aggiunta alla wishlist